So’ 65 signo’, che faccio, lascio?

Dopo aver letto il blog del direttore di Vittorio Zucconi ho fatto una breve ricerca.
Non so se ricordate (la memoria, parlando di politica, spesso è corta), ma uno dei “pregi” del Governo Berlusconi IV, al suo insediamento, risiedeva nel numero. Solo 21 ministri (ben 4 in meno rispetto al Governo Prodi) e 37 sottosegretari; in tutto, 60 membri (contando Presidente e Vicepresidente).
Non sono pochi, ma certo facendo il paragone con il precedente governo Prodi (ben 102) è un bel risparmio.

Giusto.

Peccato che questa decisione fosse stata presa dallo stesso Governo Prodi nella Finanziaria 2008 (Come da Art. 8 – bis – poi inserito al comma 376 dell’articolo 1 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 – ovvero, la Finanziaria 2008), con polemiche da parte dell’allora opposizione di Centrodestra in quanto:

E’ un articolo ipocrita – dice il capogruppo Roberto Castelli – Il governo più pletorico e numeroso dice agli altri che dovrà ridurli al prossimo

Ed inoltre:

anche all’interno del centrodestra le polemiche non mancano. In particolare quella tra il Carroccio e alcuni senatori centristi. Oggetto del contendere l’emendamenti Calderoli che chiedeva di ridurre dal primo gennaio prossimo il numero dei ministri. La Lega elenca anche i nomi dei senatori assenti: Rocco Buttiglione, Calogero Mannino, Antonio De Poli e Lorenzo Poli dell’Udc e Mauro Cutrufo della Dca. “L’assenza dei senatori della Cdl è stata fatale per la bocciatura dell’emendamento che avrebbe posto fine al governo Prodi col nuovo anno
(Fonte: Repubblica.it , 9/11/2007)

Insomma, era ipocrita ma giusto, tanto da proporre di renderlo valido già dall’1 gennaio 2008 (in modo da far scatenare una crisi di governo, già traballante di suo)

Ok, ma perché ne stiamo parlando solo ora? Semplice, perché qualche giorno fa il Senato ha approvato un “un emendamento della commissione Ambiente al decreto sulla fine delle emergenze in Abruzzo per il terremoto e in Campania per i rifiuti e sulla riorganizzazione della Protezione Civile “ (fonte: Ansa) in base al quale questo numero massimo, già diventato di 63, passa a 65 membri. Inoltre, cosa non da poco, è stato anche “Risolto anche il problema di dove trovare quel milione di euro da corrispondere ai fortunati che siederanno sulle nuove poltrone, infatti, secondo quanto stabilito da un decreto del 2004, convertito in legge, a decorrere dall’anno 2010, si provvederà a prelevare i soldi del fondo per interventi strutturali di politica economica”(Fonte: iltempo.ilsole24ore.com ).
Chiaro? Dato che non ci sono più emergenze in Campania e in Abruzzo (!!!), quei fondi vengono riutilizzati a copertura delle nuove poltrone.

Complimenti vivissimi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...