Un’altra cosa, cari colpevoli

Dimenticavo di dire un’altra cosa.

Leggo su Facebook link e commenti pseudo-divertenti del tipo: in Tunisia ci sono riusciti, in Egitto anche, in Libia work-in-progress, speriamo che vengano a liberare anche noi.

No.

In Italia non c’è una dittatura. Siamo noi i padroni di noi stessi, non dobbiamo aspettare che arrivino altri a liberarci. Se riteniamo che chi ci governa non merita di stare al governo, smettiamola di aspettare il salvatore e facciamoci sentire (democraticamente) noi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in girovagando sul web, noi, politica e attualità e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...