Sono altri tempi

Sono altri tempi. Al giorno d’oggi, le lingue straniere non sono qualcosa di così “lontano”. Ogni giorno la televisione, i libri, i giornali sono pieni di termini inglesi o spagnoli, o francesi. Per non parlare del numero di canzoni straniere che ascoltiamo passivamente nel quotidiano. E la curiosità di mio figlio, 6 anni tra due giorni, è enorme. “Papà, cosa significa (parola a caso)?” “Che vuol dire (altra parola)?” “E che lingua è?”

  Per non parlare di quando, questa estate, siamo stati in Spagna per 15 giorni nelle vesti di hospitaleri lungo il Cammino di Santiago, con la preoccupazione di due genitori che portano un bambino in un posto dove la gente parla tanti idiomi a L' Europa sul Camminolui sconosciuti, con il timore che si annoiasse.
Per spiegare com’è andata: un giorno, in quel paese sperduto su una collina, con più pellegrini che abitanti, non sapevamo dove fosse. Lo abbiamo cercato per abbondanti dieci minuti, sapendo che non poteva essere lontano, senza grosse preoccupazioni ma non riuscivamo a capire dove potesse essere andato. Era dentro una casa con alcune signore, discutendo con loro, lui in italiano (credo), e loro in spagnolo, e si intendevano perfettamente. Insomma, un’esperienza che ancora adesso ricorda  (e non solo lui) con piacere e con nostalgia.

Ai miei tempi, alle elementari poteva anche non servire studiare un’altra lingua. E non sarei nemmeno sicuro di questa affermazione.

Oggi, invece, sarebbe necessario. Invece, a causa dei tagli (delle risorse e delle ore), l’insegnamento della lingua inglese (in prima classe) viene ridotta a un’ora a settimana. Mentre l’insegnamento di religione non verrà intaccato dai tagli, e resterà di due ore a settimana.

Quando si dice “tagliare senza criterio”, perchè “A fare i tagli non ci vuole una scienza. Non ci vuole niente!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in noi, politica e attualità, strada alternativa e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...