Analisi logica

Qualche tempo fa, quando la situazione politica – economica sembrava tranquilla (o per lo meno lo era certamente più di adesso), Berlusconi non accontentandosi di attaccare solo i soliti giudici di sinistra, ebbe l’ardire di dichiarare:

Se trovo chi ha fatto le nove serie de La Piovra e chi scrive libri sulla mafia che ci fanno fare una bella figura, lo strozzo.

(Fonte: repubblica.it)

Ve la ricordate? Insomma, chi ci fa fare brutta figura nel mondo sono i film, i telefilm, i libri sulla mafia. Non la mafia, no. Privo di ogni logica, vero? E’ come provare a far girare una frase cambiando il soggetto. Eppure dovrebbe essere semplice: soggetto, predicato verbale, complemento: analisi logica. Appunto, logica.

Ma perché ne parlo solo ora? Perché stasera su Raiuno è andato in onda in prima visione il bellissimo film Fortapàsc, che racconta la storia di Giancarlo Siani. E di nuovo, con uno strano gioco di analisi logica il sindaco di Torre Annunziata prova a cambiare il soggetto.

Il film di Marco Risi non aiuta la città di Torre Annunziata. Disegna uno scenario negativo, dove sembra che la camorra la faccia da padrone assoluto. Torre Annunziata di oggi non è quella che si vede nel film e inoltre, come ha stabilito la Corte di Cassazione, la città oplontina non ha avuto nessuna responsabilità sulla tragica morte di Giancarlo Siani, il giornalista de Il Mattino, assassinato quando aveva 26 anni. A differenza delle sale cinematografiche e di Sky che hanno già trasmesso più volte il film, la Rai è il servizio pubblico italiano e quindi deve garantire una imparzialità nei messaggi che manda. Speriamo che la Direzione risponda e voglia organizzare, vista la imminente messa in onda del film, un servizio giornalistico sul lavoro svolto in questi anni per migliorare la città e sconfiggere la camorra.

Quindi, è il film sull’omicidio di Siani che fa fare una brutta figura alla città di Torre Annunziata. Non l’omicidio, no. Il film. E pertanto, pazienza se Sky e nei cinema il film è passato. Mica può passare in una tv che dovrebbe prestare servizio pubblico, oltretutto senza contraddittorio.

E chi dovevano chiamare per il contraddittorio, la camorra?

P.s.: per fortuna, la Rai ha risposto per le rime. Nessun cambiamento di palinsesto, né tantomeno una compensazione. Anzi, un interessante speciale sulla camorra che, nel momento in cui scrivo, sta andando in onda. E’ anche per questo motivo che, nonostante tutto, mi sento orgoglioso di pagare il canone.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in mafia, persone ragguardevoli e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...