Voteresti per me se fossi sieropositivo?

La splendida campagna della LILA

immagini_base_Layout 1 immagini_base_Layout 1 immagini_base_Layout 1 immagini_base_Layout 1 immagini_base_Layout 1 immagini_base_Layout 1

La campagna sfrutta la popolarità dei leader politici in vista delle elezioni politiche del 2013 per veicolare un messaggio semplice: sapere che una persona ha l’Hiv quanto cambia l’opinione che ne abbiamo?

Il coinvolgimento della politica e dell’opinione pubblica rafforza il messaggio di sostegno alle persone sieropositive, per lo sviluppo di una società che sta al loro fianco, nella convinzione che fermare l’Hiv non significa fermare le persone con l’Hiv. La lotta contro Hiv e Aids comprende infatti, oltre a prevenzione e accesso a test e terapie, la denuncia delle ingiustizie, della negazione di diritti, di tutto ciò che nella società rende difficile la vita e danneggia la salute delle persone con Hiv vivono, la cui dignità non può essere messa in discussione.

La campagna provoca riflessione, non pietà, in un contesto sociale ancora attraversato da un pensiero convenzionale che vede le persone con Hiv con paura e pregiudizio, in qualche modo diverse. La sua azione è molteplice e non si riduce a semplice provocazione. I leader politici sono resi consapevoli del loro ruolo, i cittadini sono stimolati a porsi domande sulla capacità di rispettare gli altri e di cambiare i comportamenti, le persone sieropositive ricevono un messaggio solidale. Stigma e discriminazione non sono inevitabili e vanno denunciati in quanto ingiustificati e inaccettabili.

Per cambiare comportamenti e attitudini una sola campagna di comunicazione non può essere sufficiente. Perciò la pubblicazione delle immagini, dato anche il particolare contesto, è stata preceduta dall’invio ai leader politici coinvolti di alcune domande sul tema Hiv e Aids, in particolare au stigma, discriminazione, prevenzione. Per riportare Hiv e Aids e temi correlati nell’agenda politica del Paese, nella convinzione che un cambiamneto graduale di mentalità e società è possibile, se stimolato e sostenuto, anche con azioni politiche pragmatiche. E che Hiv e Aids non riguarda solo una parte ma l’intera popolazione.

www.lila.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...