Quando muore qualcuno

PSH
Quando muore un personaggio famoso scatta immediatamente quell’impulso emotivo a definirlo “il migliore”. L’ha spiegato egregiamente (meglio di come possa farlo io) zerocalcare.
Nell’anno passato appena da un mesetto è successo, quasi contemporaneamente, per Califano e Jannacci, due grandi che non potevano essere più diversi tra loro. Pochi mesi dopo è successo addirittura per Little Tony, che, non me ne vogliano i fan, non era proprio allo stesso livello.

Ieri è morto un grandissimo attore. Lui, probabilmente, può essere definito “il migliore” o, per lo meno, tra i migliori della sua generazione. Basti guardare, tra i suoi film, uno di quelli secondo me meno riusciti, The Master, che vale la pena vedere solo per due motivi: uno è l’interpretazione del protagonista, Joaquin Phoenix. L’altro è lui, Philip Seymour Hoffman. Un grande.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...