Il mio personale omaggio a Francesco Di Giacomo

Uno degli aneddoti che i miei genitori mi ripetono “ad libitum” da quando ero piccolo è che, quando ero ancora nel pancione di mia mamma, ho assistito “dall’interno” ad un concerto del Banco del Mutuo Soccorso. Apprezzando abbondantemente con salti e balli, per la felicità – immagino – di mia madre.
Non ho avuto l’occasione di ascoltare i loro dischi, in seguito. Cercherò di rimediare, come spesso succede quando è troppo tardi.

Di certo, conosco molto bene una delle loro canzoni più famose, quella “Non mi rompete” che è stata stupendamente cantata, appena 3 mesi fa, a Gazebo dal compianto Francesco Di Giacomo e che, giustamente, ieri Gazebo ha replicato come omaggio.

Quella canzone – e quella voce – mi ha sempre fatto un certo effetto, forse perchè l’ho sentita quella volta, quando mi stavo “letteralmente” formando, o forse semplicemente perchè la voce di Di Giacomo è splendida, e continua a commuovermi.

Questo post non ha un finale, lo chiudo nel modo migliore, con quell’ultima interpretazione in tv.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in io, musica, persone ragguardevoli e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...