Tutti giustizialisti, con il ___ degli altri.

Premessa: la scelta della Barracciu come sottosegretario, così come quella degli altri indagati, la trovo profondamente sbagliata. Non perchè ritenga che, in quanto indagata, dovrebbe dimettersi da tutto, ma semplicemente per una questione di opportunità politica da parte di chi, finora, aveva detto che occorreva distinguersi dalla “vecchia politica”.

Però.
La Barracciu (uso il suo nome perchè è su di lei che si sono scatenate le polemiche) è e resta innocente fino a prova contraria e, ad oggi, non è (ancora?) neanche stata rinviata a giudizio. Risultano aperte delle indagini sul suo conto e basta.
Nonostante questo, anche a seguito delle doverose dimissioni di Gentile (su di lui ci sono le intercettazioni; su di lei nulla, ad oggi), via alla polemica. La Barracciu si deve dimettere. Non può stare al Governo un’indagata. Mozione di sfiducia.

E i giornali, come se non ci fosse distinzione, seguono a ruota. Il fatto quotidiano avanti (con Padellaro, candidato alle europee del M5S) e dietro tutti quanti, a partire da Repubblica (Due pesi e due misure).

Ma se fossero solo i giornali (che sicuramente influenzano parecchio il sentire comune), sarebbe grave, ma non drammatico. Il problema è prettamente politico. Il M5S presenta una mozione di sfiducia (e, si sa, loro per dimissionare qualcuno sono i migliori) e chi gli va dietro?
SEL, naturalmente: “Mi sembra grave la distrazione con cui Renzi ha messo in piedi questa squadra senza avvertire prima i margini di rischio forte che c’erano su alcuni. Non abbiamo votato la fiducia, ma abbiamo suggerito a Renzi di fare seguire i fatti agli annunci rumorosi che ha fatto. E un primo passo dovrebbe essere un cambio di passo dal punto di vista etico su un esecutivo. Insistere che possano trovare rifugio parlamentari che hanno conti in sospeso con la giustizia mi sembra un pessimo esordio.
Parole e musica di Claudio Fava, Deputato SEL e vicepresidente della Commissione Antimafia. Datate 4/3/2014.
Bene. Bravo. Bis.

E’ notizia di ieri, 6/3/2014, che Nichi Vendola sia stato rinviato a giudizio per i fatti dell’ILVA. Secondo me non si deve dimettere. E’ chiaro, però, che se Fava fosse coerente, dovrebbe chiederne le dimissioni.
Oppure vale solo per gli altri il fatto che “Insistere che possano trovare rifugio parlamentari (o presidenti, n.d.r.) che hanno conti in sospeso con la giustizia mi sembra un pessimo esordio“?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...